sabato 24 marzo 2012

O troppo alta, o troppo bassa

 Le dici magra, si sente grassa 
Son tutte bionde, lei è corvina 
Vanno le brune, diventa albina 
Troppo educata, piaccion volgari 
Troppo scosciata per le comari 
Sei troppo colta preparata 
Intelligente, qualificata 
Il maschio è fragile, non lo umiliare 
Se sei più brava non lo ostentare 
Sei solo bella ma non sai far niente 
Guarda che oggi l’uomo è esigente 
L’aspetto fisico più non gli basta 
Cita Alberoni e butta la pasta 
Troppi labbroni non vanno più 
Troppo quel seno, buttalo giù 
Bianca la pelle, che sia di luna 
Se non ti abbronzi, non sei nessuna 
L’estate prossima con il cotone 
Tornan di moda i fianchi a pallone 
Ma per l’inverno la moda detta 
Ci voglion forme da scolaretta 
Piedi piccini, occhi cangianti 
Seni minuscoli, anzi giganti 
Alice assaggia, pilucca, tracanna 
Prima è due metri, poi è una spanna 
Alice pensa, poi si arrabatta 
Niente da fare, è sempre inadatta 
Alice morde, rosicchia, divora 
Ma non si arrende, ci prova ancora 
Alice piange, trangugia, digiuna 
E’ tutte noi, è se stessa, è nessuna.


Lella Costa

lunedì 12 marzo 2012

Farfalle

"Gli uomini sono bruchi prima di diventare farfalle. Ma ci sono uomini che fanno mettere le ali alle donne, altri che le calpestano."

Alda Merini

Ragazze, ricordate sempre di inseguire i vostri sogni, non abbandonateli per un dovere che non vi appartiene. Siamo tutte libere...

giovedì 8 marzo 2012

8 MARZO

Per tutte le violenze consumate su di Lei, per tutte le umiliazioni che ha subìto, per il suo corpo che avete sfruttato per la sua intelligenza che avete calpestato, per l'ignoranza in cui l'avete lasciata, per la libertà che le avete negato, per la bocca che le avete tappato, per le ali che le avete tagliato, per tutto questo: in piedi Signori, davanti a una Donna!

ANONIMO


venerdì 2 marzo 2012

Un pensiero per Rossella


Carissime, con questo post vorrei portare alla vostra attenzione la storia di Rossella Urru, una ragazza di ventinove anni di origine sarda. La ragazza lavorava nel campo profughi Saharawi nel sud dell’Algeria per conto del Cisp il comitato internazionale per lo sviluppo di popoli. Si è laureata nel con una tesi sulla storia del popolo Saharawi e la loro vita nei campi profughi algerini. E' stata rapita il 23 Ottobre 2011 nel campo profughi dove lei prestava il suo aiuto alle categorie di persone più deboli, soprattutto donne e bambini. Di lei non si è sentito parlare molto nei telegiornali ed in TV e perciò la maggior parte della gente non conosce lo stato di prigionia nel quale si trova questa nostra Amica. Perché ognuno di noi è Rossella, ognuno di noi avrebbe potuto essere vittima di questa indegna privazione di libertà ad opera di milizie estremiste islamiche che nel 2012 ancora reputano la donna sottomessa all'uomo, una proprietà. Per smuovere le coscienze di ognuno di noi cittadini è stato istituito il giorno 29 Febbraio il Blogging Day (cioè un giorno in cui tutti i blogger parlano di un argomento, una giornata dedicata ad una tematica specifica) per ricordare la condizione in cui è costretta Rossella e per far sì che ci sia maggior attenzione da parte della stampa!