lunedì 8 luglio 2013

Dateci libertà, indipendenza e RISPETTO!


"Date ad una ragazza le scarpe giuste e conquistarà il mondo."
-Marilyn Monroe


Mi sono imbattuta in questo link mentre ero su facebook, e ho pensato: cavolo, ma c'è qualcuna che pensa davvero queste fesserie?
Io sono davvero una bella ragazza, ho tutte le carte in regola per essere definita tale, ma ciò non mi rende più felice o infelice non mi rende più stupida o più intelligente di chi non corrisponde a certi canoni definiti dalla moda o dalla società perchè solo di questo si tratta. Una bellezza che poi svanisce per le donne come per gli uomini. Sì, mi piace indossare tacchi alti, adoro fotografarmi in ghingheri con un bel vestito addosso, mi piace "curarmi" nello stesso modo in cui ce lo dicono i media e le pubblicità, ma non per questo mi sento meglio con me stessa. Io credo che siano davvero altre le cose per la quale si apprezza una persona e non c'è tacco alto che possa cambiare questo. Cosa rende davvero una donna, Donna con la "D" maiuscola? Una donna è sempre sottovalutata, umiliata nella sua intelligenza. Io dico, non regalateci delle scarpette per farci felici, regalateci un libro.
Che maniera stupida di definire una donna.. datele un libro la sua indipendenza e la sua libertà invece!
Proprio oggi mi è capitato di incrociare per strada una mia ex compagna di classe delle scuole medie, la più brava. Aveva sempre il massimo dei voti, e in seguito è andata ad un liceo scientifico. Ora porta per mano il suo bambino, è sposata, è sciatta nel vestire, non ha un lavoro, non ha niente che ricordi la ragazzina determinata e studiosa che conoscevo. Dov'è andata a finire la sua voglia di studiare, la sua competizione positiva? non le serviva continuare gli studi? O forse, mi sono detta, non serve alla nostra società una "mente donna". Servono casalinghe sole e trascurate dai mariti, donne che se avessero studiato, se fosse stato insegnato loro che non esistono solo la famiglia e i figli e un fisico perfetto per sentirsi complete e soddisfatte forse avrebbero contribuito anche loro ad una società migliore e ad un maggiore rispetto per tutte noi. 
La colpa di tutto questo non è la nostra. Non è colpa nostra se ci hanno insegnato ad essere mamme e mogli prima che avvocatesse o medici o lavoratrici soddisfatte di noi stesse. Ecco perchè voglio dirvi che i nostri cervelli sono importanti, e per questo voglio mostrarvi questo video che da un po' gira in rete si intitola Bambine contro gli stereotipi, potete guardarlo cliccando qui: Bambine contro gli stereotipi.

La società ci vuole così, contente per un bel vestito o per una collana nuova. Noi invece dovremmo essere contente per un buon libro o un lavoro appagante e POI, oppure insieme a questo, essere contente e realizzate con la maternità e l'amore. Non lasciamoci fuorviare.